Time zones,ultima anteprima nel castello di Acquaviva delle Fonti

Ultimo appuntamento delle anteprime di Time Zones, oggi e domani sabato 30 settembre ad Acquaviva delle Fonti.
Sono in programma i progetti «World Percussion Movement» e «Bogotrax», che chiudono le manifestazioni per l’anno 2017. Anche quest’ultimo evento del festival delle musiche possibili sarà ospitato in un bene culturale come il Palazzo De Mari, noto ai più come il Castello di Acquaviva, e nella splendida Cassa Armonica, orgoglio del borgo antico di Acquaviva.
In collaborazione con il Comune e con il Liceo musicale Don Milani diretto da Filippo Lattanzi e l’associazione Sequenze, tra masterclass, saggi e concerti si potrà assistere all ’edizione 2017 del «World Percussion Movement».
E’ uno dei momenti più importanti per percussionisti, con un percorso specifico dedicato alla marimba.
In un clima da laboratorio aperto, sarà un’occasione importante per i musicisti di ogni generazione partecipare a lezioni, seminari, session e concerti con grandi ospiti, che culminerà con l’esibizione dell’ensemble Jacaranda’.
«World Percussion Movement», dopo le 22, si sposterà in piazza Vittorio Emanuele all’ombra e dentro la splendida Cassa Armonica.
In questo spazio, normalmente consacrato ai suoni delle bande dei nostri paesi, si incroceranno per la prima volta suoni provenienti da un’altra dimensione: le percussioni «accademiche» di Filippo Lattanzi, la tekno di Davide Masitti (aka Da Frikkyo) e i visuals del Vj Pit Campanella (uno dei più acuti manovratori di immagini sul mercato).
«Bogotrax» è il nome del progetto realizzato da Masitti in un penitenziario in Colombia in uno di quei posti conosciuto per essere definito come un «inferno sulla terra».

Potrebbe piacerti anche Altri di autore