Fasanomusica tra Franco Battiato e Emanuele Arciuli

Il concerto inaugurale dell’edizione 2017-2018 di “Fasanomusica” si terrà mercoledì 8 novembre prossimo. Evento assai improtante perchè il palco del Teatro Kennedy ospiterà il compositore e cantautore-filosofo siciliano Franco Battiato che ha scelto la città della Valle d’Itria (le date del suo tour comprendono solo Catania, Lugano, Torino e Brescia) per concedere uno spettacolo unico e irripetibile.
Venerdì 17 novembre l’Orchestra Metropolitana di Bari, diretta dal M° Bruno Aprea, accompagnerà il pianista Emanuele Arciuli: musicista di elevato spessore, è ospite delle maggiori orchestre in ambito nazionale e internazionale; nel 2011 gli è stato conferito il premio della critica musicale italiana “Franco Abbiati” come miglior solista dell’anno.
A Fasano, l’ensemble e il solista presenteranno il Concerto dedicato a Gershwin e West Side Story, magistrale partitura che Leonard Bernstein scrisse per l’omonimo musical ispirato al dramma Romeo e Giulietta di Shakespeare.
Venerdì 22 dicembre il Concerto di Natale riserverà un’inaspettata novità. Nella cornice della Chiesa Matrice infatti, Fasanomusica presenterà una sua produzione: la Misa Criolla per soprano, coro e ensemble strumentale Coro da camera “Incanto Armonico”, diretto dal maestro Bepi Speranza.
L’esibizione, perfetta combinazione tra temi religiosi ed elementi folkloristici, vedrà impegnati come solisti il soprano Paola Leoci, il baritono fasanese Ciro Greco e l’organista Roberto Lomurno. La Misa Criolla del compositore argentino Ariel Ramírez è una messa creola, contraddistinta dalla semplicità delle parti vocali che si inserisce in un contesto di strepitosa vitalità ritmica o, in altri momenti, in situazioni di struggente lirismo.
Il primo appuntamento del 2018 sarà il classico Concerto di Capodanno, fissato per mercoledì 3 gennaio, affidato alla National Radio Company of Ukraine Symphony Orchestra.
La formazione, diretta da Volodymyr Sheiko, avrà come solista protagonista uno dei più famosi violinisti a livello internazionale: Stefan Milenkovich. Riconosciuto per le sue eccezionali doti tecniche e interpretative, ha preso parte a numerosi concerti patrocinati dall’Unesco a Parigi, esibendosi al fianco di Placido Domingo, Lorin Maazel, Alexis Weissenberg e Sir Yehudi Menuhin.
La prima parte della serata sarà dedicata alla performance del solista, che sarà impegnato in brani di Rimskij- Korsakov e De Sarasate; la seconda, invece, come da tradizione, sarà un omaggio a Strauss, di cui sarà presentata una ricca sequenza di brani.
Venerdì 12 gennaio, spazio a uno straordinario duo composto dal violoncellista Giovanni Sollima e dal pianista Giuseppe Andaloro. Il primo, vero virtuoso del violoncello, è un compositore fuori dal comune che, grazie all’empatia che instaura con lo strumento e con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, dai ritmi mediterranei, con una vena melodica tipicamente italiana, ma che nel contempo riesce a raccogliere tutte le epoche, dal barocco al “metal”. Andaloro, considerato uno degli interpreti più apprezzati della sua generazione, svolge sin da giovanissimo un’appassionata attività concertistica ospite di importanti festival; numerosi anche i riconoscimenti ricevuti nei più prestigiosi concorsi internazionali per pianoforte. Il suo repertorio spazia dalla musica rinascimentale italiana alla moderna e contemporanea. Insieme, i due artisti regaleranno un intenso programma che prevedrà Brahms, Debussy, Sollima e Stravinsky.
Venerdì 16 febbraio il pianista Ramin Bahrami e l’attore e drammaturgo Luca Micheletti saranno protagonisti assoluti di una performance di alto livello culturale. Strumento e voce faranno da eco a Le città invisibili di Italo Calvino. L’affiatata coppia ricreerà cinque momenti passando da un sogno e da una città all’altra ma con una sensibilità sempre diversa.
“Grande grande grande” è il nome della produzione di Fasanomusica che venerdì 23 febbraio omaggerà la grande Mina in chiave jazz.
Una formazione illustre composta da Anita Vitale (voce), Fabrizio Bosso (tromba), Giuseppe Milici (armonica), Antonio Di Lorenzo (batteria e percussioni), Vito Di Modugno (basso elettrico), Davide Saccomanno (pianoforte e voce), Vince Abbracciante (fisarmonica), Francesco Quercia (video and noisemaker), sotto la direzione artistica dello stesso Di Lorenzo, sarà accompagnata dall’ensemble Liceo Musicale di Monopoli “L. Russo”.
La cultura farà la sua apparizione venerdì 13 aprile con una serata-evento: il pianista e compositore Roberto Cacciapaglia , accompagnato dalla violoncellista Valentina Cangero e da Gianpiero Dionigi alle postazioni elettroniche, farà risuonare le musiche composte per il night show dell’Albero della Vita – EXPO 2015.
Uno spettacolo senza fiato che l’artista milanese, protagonista della scena musicale internazionale più innovativa per la sua musica che integra tradizione classica e sperimentazione elettronica, regalerà a Fasano.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore