Bed and breakfast abusivi a Bari e provincia

Affitti in nero di seconde e terze case e esercizi extralberghieri abusivi.E’ quanto scoperto dai militari della Guardia di Finanza nel corso degli ultimi controlli effettuati sul territorio pugliese. Risulta essere di 400mila euro il danno all’Erario prodotto da affitti irregolari durante la stagione turistica 2017 facendo ispezioni a campione sul litorale barese e nei Comuni della Murgia ad alta densità turistica.
In particolare,la Guardia di Finanza del Gruppo Bari e dei Reparti dipendenti, hanno eseguito dall’inizio del mese di luglio più di 80 controlli.Di quest’ultimi oltre il 50% si è concluso con esito non conforme alle Leggi vigenti nel settore.
Sono stati oggetto di verifica anche diciassette Bed & Breakfast nei confronti dei quali è stata constatata la violazione alle norme con una percentuale di irregolarità superiore al 50%.
Notevole rilevanza suscita la posizione di due fratelli che per anni hanno occultato all’Erario i canoni – derivanti dalla locazione di quasi 30 appartamenti ereditati dai genitori – e che saranno segnalati all’Agenzia delle Entrate per il successivo accertamento dell’imposta dovuta.
Lungo il litorale di Mola di Bari è stata, invece, individuata una lussuosa villa con piscina, adibita all’esercizio abusivo di B&B, avendo il titolare omesso di presentare la comunicazione alle competenti autorità amministrative (Scia); dichiarare i redditi percepiti conseguiti; inviare all’autorità di pubblica sicurezza l’elenco dei clienti alloggiati con conseguente denuncia alla locale autorità giudiziaria. Un immobile preso in locazione e trasformato in azienda extra alberghiera abusiva, pubblicizzata su noti siti di promozione turistica, all’insaputa del proprietario dell’immobile.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore