FLIXBUS consolida la presenza a Foggia e provincia

Milano. FlixBus torna a investire in Puglia: nelle città e paesi del foggiano.Dopo aver collegato la città con mete nazionali di rilievo come Roma, Milano e Venezia e destinazioni a medio raggio come Pescara e Caserta, la start-up della mobilità che ha rivoluzionato la mobilità in Europa amplia i collegamenti dalla città di Foggia, avviando nuove corse in partenza dalla fermata di Piazza Vittorio Veneto.
La società degli autobus verdi consolida inoltre la sua presenza in provincia, incrementando i collegamenti anche da San Severo, collegata da Piazza della Costituzione, e istituendo una nuova fermata ad Apricena presso il Terminal Bus di via Silvio Pellico, da cui sono già operative connessioni dirette verso cinque destinazioni nazionali.
Sale a 17 il numero delle città raggiungibili senza cambi da Foggia. Sono infatti già operative le corse verso otto nuove mete italiane, a breve raggio ma anche a lunga distanza.
La più vicina è Termoli, collegata fino a due volte al giorno in un’ora e 15 minuti; raggiungibili da Piazza Vittorio Veneto sono inoltre Matera e Napoli, entrambe a circa tre ore di autobus. E con FlixBus è ora possibile arrivare direttamente anche all’aeroporto romano di Fiumicino due volte al giorno, viaggiando in diurna oppure in notturna, dormendo a bordo e ottimizzando i tempi. Completano il quadro, infine, le corse per Avellino, Parma e Torino.
Anche i Sanseveresi potranno usufruire dei nuovi collegamenti istituiti dalla città, che portano a 18 le mete raggiungibili da Piazza della Costituzione: crescono, in particolare, i collegamenti con Campania ed Emilia Romagna, grazie alle nuovissime corse per Napoli, Caserta e Avellino, e a quelle per Modena e Parma, che si aggiungono ai collegamenti preesistenti con Bologna, Cesena e Rimini. Anche Matera e l’aeroporto di Fiumicino vengono collegati con San Severo. Restano attive le corse per Roma, Milano, Pescara, San Benedetto del Tronto, Ancona, Verona, Bergamo e Brescia.
Fa il suo ingresso nella rete di FlixBus anche Apricena: con partenze giornaliere dal terminal di via Silvio Pellico, la start-up collega già la città con Roma, Napoli, Caserta, Avellino e lo scalo di Fiumicino. L’istituzione di quest’ultima fermata, che si aggiunge a quelle di Foggia, San Severo e Manfredonia, conferma l’importanza strategica della Capitanata all’interno del network italiano degli autobus verdi.
Tutti i collegamenti in partenza da Foggia, San Severo e Apricena sono prenotabili sul sito www.flixbus.it, tramite l’app gratuita FlixBus e nelle agenzie di viaggi affiliate o direttamente dal conducente al momento della partenza, a prezzo pieno e secondo la disponibilità.
FlixBus è un giovane operatore europeo della mobilità. Dal 2013 offre un nuovo modo di viaggiare, comodo, green e adatto a tutte le tasche. Con una pianificazione intelligente della rete e una tecnologia superiore, FlixBus ha creato la rete di collegamenti in autobus intercity più estesa d’Europa, con oltre 120.000 collegamenti al giorno verso 1.000 destinazioni in 21 Paesi.
Fondata e avviata in Germania, la nuova impresa unisce esperienza e qualità lavorando a braccetto con le imprese del territorio. Dalle sedi di Berlino, Monaco di Baviera, Milano, Parigi, Zagabria e Copenaghen, il team FlixBus è responsabile della pianificazione della rete, del servizio clienti, della gestione qualità, del marketing e delle vendite, oltre che dello sviluppo del business e tecnologico. Le aziende di autobus partner – spesso imprese familiari con alle spalle generazioni di successo – sono invece responsabili del servizio operativo e della flotta di autobus verdi, tutti dotati dei più alti standard di comfort e di sicurezza. In tal modo, innovazione, spirito imprenditoriale e un brand affermato della mobilità vanno a braccetto con l’esperienza e la qualità di un settore tradizionalmente popolato da piccole e medie imprese.
Grazie a un modello di business unico a livello internazionale, a bordo degli autobus verdi di FlixBus hanno già viaggiato milioni di persone in tutta Europa, e sono stati creati migliaia di posti di lavoro nel settore.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore