Fare acquisti usando i phone,i watch o tablet

I soldi diventano sempre più virtuali,non più fisici.Ecco che la multinazionale Apple fa arrivare anche in Italia il sistema Apple Pay.
Vuol dire incorporare le carte di credito nell’iPhone, nel Watch, nei tablet e nei computer per far fronte ai pagamenti usando lo smartphone al posto del denaro e delle stesse carte di credito.
Un mercato in pieno sviluppo soprattutto in Paesi come Stati Uniti, Australia, Canada, Cina, Francia, Giappone, Hong Kong, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito, Russia, Singapore, Spagna e Svizzera.
I commercianati che,nel mondo, hanno accettato il nuovo metodo Apple sono più di 20 milioni e, nel giro di pochi anni, gli affari dei ” pagamenti tramite tecnologie mobili” dovrebbe superare,a giudizio degli esperti del settore, i 500 miliardi di dollari nel 2020.
Negli Stati Uniti d’America quasi il 90% delle transazioni senza contatti( contactless) sono fatte con Apple Pay.
In Italia Apple Pay comincerà a funzionare,a breve scadenza, con carte di credito e prepagate di Unicredit e Carrefour Bank.
Altri istituti bancari seguiranno.Possibile usarlo con American Express, Carta BCC, Fineco, Widiba.
Non pochi settori della grande distribuzione italiana sono attrezzati per il nuovo modo di fare acquisti.
Utilizzando il sistema Apple Pay,per esempio attraverso lo smartphone,succede che i tempi risultano molto più veloci di un pagamento con carta di credito. L’esercente avvia la transazione, si avvicina il telefono o l’orologio al pos, e sullo schermo del telofono intelligente appare la transazione.
E’ l’innovazione permanente, bellezza.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore