Ospedale della Murgia, lite senza fine con l’ Arciconfraternita

Non ha conclusione  la vertenza giudiziaria  tra Asl Bari e Arciconfraternita Pio Sodalizio SS. Rosario di Altamura.
Il Tribunale di Bari,sezione civile, avrebbe emesso ultimamente il provvedimento in favore  dell’Arciconfraternita stante l’ulteriore decreto ingiuntivo per il pagamento dell’indennità di esproprio.
Oggetto della causa l’area, 11 mila metri quadri proprietà della Congregazione, su cui è stato edificato l’Ospedale della Murgia.Utilizzato da circa 200 mila abitanti che vivono tra Altamura,Gravina,Santeramo,Grumo Appula, Toritto, Poggiorsini.
Contenzioso che ha origine nel 2004 con tecnici di parte e quello del Tribunale,sentenza di Corte di Appello di Bari e pronunciamento della Cassazione.
Il 16 aprile 2013 i due contendenti firmano la transazione: l’Asl deve pagare la somma complessiva di euro 872.308,63, di cui 222.308,63 già incassati dall’Arciconfraternita tramite dispositivo della Corte d’Appello barese. Il residuo di 650 mila euro da corrispondere entro 10 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo(300 mila euro) e a 60 giorni(350 mila).
In data 10 settembre 2014 l’Arciconfraternita consegna all’Asl il decreto emanato dal Tribunale per la liquidazione dei 350  mila euro.
Il direttore generale dell’Asl, Domenico Colasanto, si oppone e  il 22 settembre 2014  nomina difensore dell’Asl l’avvocato esterno Gaetano Caputo del Foro Bari.
Ma il direttore  Domenico Colasanto non era lo stesso direttore Domenico Colasanto che , il giorno 16.04.2013,ha sottoscritto la transazione con Giovanni Marvulli presidente dell’Arciconfraternita?
La Giunta regionale il 10 febbraio 2015 nomina Vito Montanaro nuovo direttore dell’Asl di Bari e provincia mentre  il Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano detiene anche la delega alla Sanità.
Quanti soldi l’Asl ha speso fin qui in interessi monetari passivi,parcelle per avvocati,opposizione ai decreti ingiuntivi? Mistero.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore