CO.RE.COM. Puglia, per l’anno 2017 impegnati 800 mila euro

Co.Re.Com. vuol dire comitato regionale per le comunicazioni. Ideato dalla Regione Puglia. Svolge,tra l’altro, istruttoria per conto del Ministero dello Sviluppo Economico con oggetto i contributi monetari annuali in favore delle Tv locali,vigila su par condicio e diritto di accesso,tiene il registro degli operatori della comunicazione,cura le diatribe inerenti operatori telefonici e pay tv. “Il lavoro del Corecom—si legge in un documento  del Comitato—è orientato al variegato e complesso mondo della comunicazione e in modo particolare alle ricadute sui cittadini pugliesi delle numerose problematiche che riguardano questo mondo”. Chi mette i soldi per far vivere il Corecom? La Regione, soprattutto,tramite Ufficio di presidenza del Consiglio regionale. La somma impegnata per l’anno 2017 è pari a 811.424,52 euro. Ripartita così: euro 198.387,00 spese indennità spettanti ai componenti del Corecom,euro 10.000,00 rimborso spese per missioni effettuate dai componenti del Corecom,euro 30.000,00 rimborso spese di viaggio  ai componenti del Corecom,euro 392.000,00 in spese funzioni proprie, euro 181.037,52 quale finanziamento erogato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Sono quindici i dipendenti,di cui sette a tempo determinato. La sede e gli uffici si trovano in via Paolo Lembo, Bari. Immobile proprietà del signor Osvaldo Cervini,canone di fitto annuo euro 188.599,12.

Presidente di Corecom  è Felice Blasi,leccese,giornalista,compenso mensile lordo di euro 4.862,40,vicepresidente Antonella Daloiso,barese, giornalista e vicepresidente Elena Pinto,barese,giornalista,compenso mensile lordo per ciascuna di euro 3.403,68,componenti Adelmo Gaetani ,leccese,giornalista e Stefano Cristante,leccese,docente associato Sociologia Università del Salento, compenso mensile lordo per ciascuno euro 2.431,20. Direttore Francesco Fabio Plantamura,dirigente dipartimento risorse finanziarie e personale e organizzazione, ufficio e-procurement. Blasi,Daloiso,Pinto,Gaetanie Crsitante sono stati nominati dal Consiglio regionale nel 2012,scaduti dopo cinque anni. Il 15 febbraio scorso è stato reso pubblico l’ avviso per le candidature a nuovo presidente e  membri del Corecom. La designazione dei nuovi vertici spetta ai gruppi politici consiliari.

La Legge regionale n.3/2000 istitutiva del Corecom prescrive che  il ruolo di componente del Comitato venga assunto da “ persone che diano garanzia di assoluta indipendenza sia dal sistema politico istituzionale che dagli interessi di settore delle comunicazioni…La carica di componente è incompatibile con la situazione di amministratore,dirigente(o socio azionista) di imprese pubbliche o private nel comparto radio televisivo o delle telecomunicazioni,della pubblicità,dell’editoria multimediale a livello sia nazionale che locale”.

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore