Il libro del giornalista Nino Sangerardi–QUELLO CHE I PUGLIESI NON SANNO–è uno spaccato di Leggi,delibere, appalti,parcelle,incarichi,benefit,manifestazioni,emolumenti in capo a Giunta e Consiglio regionale,Provincia e Comune di Bari, società e agenzie riconducibili alla Regione Puglia.

Senza l’informazione sui meccanismi  legislativi e burocratici non è  facile comprendere

la micro e mega fisica del potere di governo o gestione dell’Ente pubblico.

Sangerardi, in 250 pagine, svolge racconti brevi e documentati in merito all’attività politica e amministrativa praticata da Regione,Provincia e Comune :  dall’anno 2009 al 2014.

Per chi ha voglia e tempo nel volume leggerà,tra l’altro, di : quelli con più incarichi e  il rimborso di 8,00 euro, i debitori della Fiera del Levante e Puglia in London,le parcelle degli avvocati e il Bilancio non trasparente di Arif,la Fondazione Petruzzelli controllata dai Magistrati contabili e i Derivati(strumenti finanziari) di Aeroporti di Puglia spa,un piatto di cime di rape a New York e Gulfood in  Dubai, di molto denaro e poca acqua, il lusso di Puglia Promozione e la propaganda sulla rivista  Condè Nast, Consorzi di Bonifica come pozzi di soldi inesauribili e il patrimonio immobiliare dell’Azienda sanitaria locale,l’Arciconfraternita in contenzioso e quattrocento milioni di euro impignorabili, Bari Queer e Sisina Beach, le medaglie in scatolino zigrinato e lo stress finanziario, lo scempio delle pale eoliche e il buono pasto per i dipendenti, un’ingiunzione,a carico della Regione, di euro 1.019.028,54 e il Campus universitario inquinato, Mariela Castro nipote di Fidel e il signor Don Pasta gastro filosofo che partecipa,per la Regione Puglia, alla BIT meneghina,i conti della Provincia di Bari e la Taranta in salsa Pd-Sel, meno male che Farinetti-Bari Eataly c’è e il pasticcio San Raffaele Mediterraneo e San Raffaele di Milano,le Ambasciate della Regione pugliese a Roma e Bruxelles, i Ministri non informati sui fatti e un tuffo a Cala Ponte in quel di Polignano a Mare,divertirsi da morire e felici di essere oppressi. Et cetera.

Uno scritto pieno di argomenti e notizie. Di pubblico interesse.

 

Per ulteriori informazioni scrivere a redazione@puglia014.it.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore